Tutta la verita’ sui rischi del Cloud.

Tentero’ di elencarti tutta la verita’ sui rischi del Cloud.

Parliamo, appunto di Cloud  dei suoi rischi applicativi nel settore pubblico,

Ma cosa significa in breve Cloud ?

( Cloud = nuvola ) La tecnologia informatica che consente di usufruire di software e hardware che risiedono in luoghi remoti.

Devo farti subito un appunto ! Vuoi mettere il software in Cloud?

Allora comincia a leggere i contratti che ti sottopongono i fornitori !

Se hai tempo leggiti questo documento redatto dall’Avv. Lisi  (esperto del settore) il documento è di qualche anno fa ma ci sono scritte delle informazioni che ti possono tornare molto utili.

<< il controllo dei dati che vengono inviati “fra le nuvole” non può essere assicurato senza una puntuale e lungimirante contrattualizzazione della fornitura dei servizi,( … )

Devono essere previste, in ogni caso, apposite clausole che disciplinino la riservatezza delle informazioni, la proprietà intellettuale delle opere, l’articolazione delle responsabilità sull’integrità e la reperibilità dei dati immagazzinati nella nuvola informatica, la possibilità di accesso ai sistemi da parte delle autorità, i livelli minimi di servizio garantiti, la durata dei servizi di memorizzazione e la portabilità dei dati. ( … ) >>

Del resto… qualcuno ha detto che si deve avere coscienza, non paura.

…Prima però seguimi.

Sul web esiste il museo virtuale dell’informatica e del calcolo realizzato dall’Aica e della Cilea (http://www.museoaica.it/).

In questo museo virtuale si può trovare la foto di una rarità; uno dei primi calcolatori elettronici arrivati in Italia.

Riporto di seguito il commento dal sito Museoaica.it:

“ Siamo nella prima metà degli anni’50, l’elaboratore elettronico è nato, ma. È una macchina enorme, costosissima, difficile da usare, però è chiaro che si apre una nuova era, con prospettive straordinarie.” (altro…)

[Benvenuto] – Il primo post non si scorda mai

8322365224_313c5d4dc5_m

Ciao, benvenuto ….

mettiti tranquillo, rilassati, trovati un posto dove sederti, respira profondamente perché ho solo 20 secondi per convincerti a rimanere o uscire fuori da questo blog.

Fatto? ( citando  il tipo di Art Attak )

Stavo cercando lo spunto per introdurre il primo articolo di questo blog.

Così proprio ieri sera, ho fatto copia e incolla  da un vecchio mio testo che trovi qui di seguito

“Il paradigma scientifico dell’era contemporanea è il digitale.”

Bella frase no ? D’effetto ! Be in effetti stavo leggendo l’introduzione alla mia tesi di laurea, e per dirti la verità, mi sono annoiato parecchio.

Quindi ho deciso subito di cambiare rotta e di partire proprio sul perché ho creato questo blog.

Ho deciso di fare questo blog per mettere in gioco tutto quello che ho come “data base” di esperienze professionali a disposizione chi di ne può far buon uso.

(altro…)

E' attivato il blocco preventivo dei Cookie, acconsenti per una migliore navigabilità ? Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (di seguito “Regolamento”), ti invitiamo a consultare aa pagina dedicata alla Privacy. www.informaticapubblica.com/privacy

Chiudi