Progetto Urbact III – Condivisione di visioni e competenze.

Per chi fa blogging e conosce un po’ di comunicazione sa benissimo che circa il 80% delle persone che viaggiano nella blogosfera, si soffermano solo sulle immagini ed il titolo di un articolo senza leggere il contenuto.

Pertanto, se tu stai leggendo questo articolo, significa che fai parte di quel 20% di persone che vuole approfondire un argomento e vuole andare in fondo alle questioni.

Se continui a leggere fino in fondo, ti prometto che troverai informazioni utili sulla giornata svoltasi pochi giorni fa a Palermo.

[…]

Attentato alla quiete dei dirigenti pubblici: bombe (scadenze digitali) in arrivo.

Mi chiamo Miriam. Mi sono recata, stamattina, presso una P.A. della mia città.

Un mio amico teneva un corso introduttivo sul tema “Passaggio al Digitale: adempimento o opportunità?”.

Lo scopo era quello di informare i destinatari del corso circa le prossime scadenze per la digitalizzazione della PA.

Provo allora a catturare con lo sguardo i loro pensieri, man mano che il mio amico prosegue con le slides che raccontano di questa famosa e temibile normativa,

di questo DPCM con tutte le sue versioni, questo mitico CAD (che mette paura solo a pronunciarlo) …

acronimi che generano tra alcuni una sorta di reverenziale silenzio, come se fossero parole di una ricetta magica da usare con cautela.

Un paio di loro prende appunti e rigorosamente su carta: non vedo infatti nessuno usare uno strumento digitale,

anche un banalissimo smartphone di cui sicuramente la più parte è in possesso per il rumore che emette alla ricezione di un probabile messaggio.

Il mio amico continua nell’esposizione: dopo la normativa e quindi dopo averne ricordato gli articoli più importati

(art. 40 rubricato come Formazione di documenti informatici), comma 1, del Codice dell’Amministrazione Digitale

e art. 24 del Decreto Legge 24 giugno 2014 n.90, comma 3 bis (Agenda della semplificazione amministrativa e moduli standard)

viene proiettata una slide col disegno di un candelotto di dinamite e un testo che pressappoco recita così “Le prossime scadenze sono due bombe ad orologeria!” .

In un attimo gli ascoltatori hanno un sobbalzo. Qualcosa è cambiato … “scadenze” (e per di più “digitali”!) è una parola che li inquieta perché adesso non sanno quali rischi corrano.

[…]

E' attivato il blocco preventivo dei Cookie, acconsenti per una migliore navigabilità ? Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679, ti invitiamo a consultare la pagina dedicata alla Protezione dei tuoi dati personali. www.informaticapubblica.com/privacy

Chiudi