Tutta la verita’ sui rischi del Cloud.

Tentero’ di elencarti tutta la verita’ sui rischi del Cloud.

Parliamo, appunto di Cloud  dei suoi rischi applicativi nel settore pubblico,

Ma cosa significa in breve Cloud ?

( Cloud = nuvola ) La tecnologia informatica che consente di usufruire di software e hardware che risiedono in luoghi remoti.

Devo farti subito un appunto ! Vuoi mettere il software in Cloud?

Allora comincia a leggere i contratti che ti sottopongono i fornitori !

Se hai tempo leggiti questo documento redatto dall’Avv. Lisi  (esperto del settore) il documento è di qualche anno fa ma ci sono scritte delle informazioni che ti possono tornare molto utili.

<< il controllo dei dati che vengono inviati “fra le nuvole” non può essere assicurato senza una puntuale e lungimirante contrattualizzazione della fornitura dei servizi,( … )

Devono essere previste, in ogni caso, apposite clausole che disciplinino la riservatezza delle informazioni, la proprietà intellettuale delle opere, l’articolazione delle responsabilità sull’integrità e la reperibilità dei dati immagazzinati nella nuvola informatica, la possibilità di accesso ai sistemi da parte delle autorità, i livelli minimi di servizio garantiti, la durata dei servizi di memorizzazione e la portabilità dei dati. ( … ) >>

Del resto… qualcuno ha detto che si deve avere coscienza, non paura.

…Prima però seguimi.

Sul web esiste il museo virtuale dell’informatica e del calcolo realizzato dall’Aica e della Cilea (http://www.museoaica.it/).

In questo museo virtuale si può trovare la foto di una rarità; uno dei primi calcolatori elettronici arrivati in Italia.

Riporto di seguito il commento dal sito Museoaica.it:

“ Siamo nella prima metà degli anni’50, l’elaboratore elettronico è nato, ma. È una macchina enorme, costosissima, difficile da usare, però è chiaro che si apre una nuova era, con prospettive straordinarie.”
I primi calcolatori elettronici arrivano dall’estero, sono ancora, come tutti quelli dell’epoca, sostanzialmente dei prototipi, che richiedono opportune abilità da parte degli utenti.

Oggi non è più così !!

Oggi un server non è più un macchina enorme costosissima e difficile da usare…. 

Purtroppo vedo tanti venditori in giro che fanno il lavaggio del cervello sul Cloud rivendicandone vantaggi extraterrestri da startrek!!

E’ veramente così eccezionale il servizio Cloud che offrono le software house?

Vuoi che ti dica la verità ?

Eccola loro non ti dicono che

  • DIPENDERAI SEMPRE DAL FORNITORE: in caso di interruzione del rapporto contrattuale l’Ente  è sottoposto a rinegoziare periodi di transizione e recupero dati, privo dei propri programmi e dei propri dati  con un pugno di mosche nelle mani salvo richiesta di riscatto per avere una copia dei dati in chiaro.
  • DIPENDERAI SEMPRE DALLA CONNESSIONE INTERNET: le procedure  software smettono di continuare ogni qualvolta  la tua ADSL è sovraccarica o in preda a  cadute di linea ripetute.
  • DIVENTERAI DIPENDENTE DAL SERVER CLOUD: le caratteristiche del’Software in Cloud  sono molto inferiori rispetto ad un server che lavora nella tua rete locale.

Ricorda che tu ( funzionario, dirigente, responsabile ced di un Ente ) non gestisci dati, documenti elettronici di tua proprietà, ma gestisci per conto della cittadinanza i dati e le informazioni dei cittadini … ..

Ho dei casi studio di Enti che hanno scelto il software in Cloud (Asp) e che sono state vittime di vere e proprie Estorsioni da parte della software house.

Un consiglio :

Lascia i tuoi dati dentro il tuo Ente, prova ad utilizzare un server di ultima generazione. 

ps. i server per piccole e medie reti non costa poi molto,

oppure utilizza un’architettura ibrida.

Conosci il sistema Cloud Box ? Potrebbe essere una soluzione per te. ( per saperne di più’ non esitare a contattarmi )

OPPURE

Imparare ad usare un Server è ormai diventata una cosa da ragazzi.

Fidati.

Ci sono sistemi misti che puoi adoperare, ti serve fare il punto con un professionista.

Rimaniamo in contatto, iscriviti alla Comunity di informatica Pubblica

…. Tutto molto semplice compila il modulo  qui sotto. Subito riceverai un documento che può esserti d’aiuto per il tuo lavoro.

Ah dimenticavo, tutto questo è gratis.

( almeno per il momento 😉

F.to Marco La Diega

[activecampaign form=61]

 

 

e Bye Bye e buon cielo sereno.


 


 

Facebook