Le 25 + 4 competenze del Responsabile del Sistema Informativo ( R.S.I. ) nella pubblica amministrazione.

rsiPrima di iniziare con le 25 + 4 capacità , è giusto sapere che ci sono tanti modi per chiamare il Responsabile Sistema Informativo ( R.S.I. ):

  • Responsabile C.E.D centro elaborazione dati.
  • Responsabile informatico
  • Responsabile I.C.T. ( Information Comunication Tecnology )
  • Responsabile I.S.M. Information systems manager

Per semplicità, è giusto dire che queste informazioni non le ho estratte dal cappello ma sono un estratto di un documento un po’ datato del CNIPA molto interessante che ne definisce il profilo.

Quindi, questa grande figura, la chiameremo R.S.I acronimo di Responsabile Sistema Informativo.

Come vedremo è una figura complessa che ha un preciso ruolo fondamentale oggi negli enti pubblici.

Ti ancicipo che deve avere una vasta competenza sia sulle tecnologie, sia sugli aspetti organizzativi correlati ad un uso efficace delle informazioni nell’ambiente di lavoro.

Deve abbinare alle capacità di pianificare e di innovare, anche un approccio costantemente orientato ai servizi e la capacità di reagire e di risolvere i problemi contingenti con le risorse disponibili. Praticamente un super uomo!

Ma andiamo alle 25 + 4 “cose” che deve saper fare se il suo datore di lavoro fosse un’azienda: ( fonte CNIPA 2010 ).

Ah dimenticavo! Prima prendi fiato … l’elenco è lungo !

  1. È responsabile della gestione e dell’esercizio dei Sistemi Informativi di un’azienda. Ha la responsabilità complessiva dei nuovi progetti, della manutenzione di sistemi esistenti e dell’esercizio dei sistemi. Di conseguenza, opera insieme a responsabili maggiormente focalizzati incaricati rispettivamente delle reti, dei centri dati, dei progetti informativi, e dell’elaborazione per utenti finali.
  2. È in grado di operare con consulenti aziendali e dell’IT e con rappresentanti di utenti sui requisiti, lo sviluppo e l’esercizio dei sistemi informativi.
  3. Ha una chiara comprensione delle implicazioni dell’IT sulla strategia aziendale ed è consapevole delle tecniche di pianificazione e di controllo della gestione.
  4. Identifica impatti di tipo legale, di privacy, di sicurezza e di altri regolamenti sui sistemi informativi ed è in grado, con il supporto di specifici consulenti, di intraprendere iniziative appropriate per attenersi a tali regolamenti.
  5. Intraprende azioni di gestione del cambiamento per assicurare l’efficacia dei progetti di sistemi informativi.
  6. Operando da solo su sistemi informativi moderatamente complessi, o con consulenti su progetti più ampi o complessi, definisce l’architettura dei sistemi, identifica e seleziona piattaforme adeguate per il software applicativo, assicura adeguati requisiti utente, pianifica e assicura il collaudo e l’esercizio dei sistemi documentando tutto il lavoro mediante standard, metodi e strumenti richiesti.
  7. Gioca un ruolo fondamentale nella pianificazione dell’installazione dei sistemi informativi (software, hardware, rete) interagendo con tutte le parti interessate per assicurare che vengano soddisfatte le priorità di installazione e che si minimizzino i disturbi all’azienda.
  8. Laddove i sistemi informativi siano stati dati in outsourcing, supporta la negoziazione dei contratti per ottenere il livello di servizio richiesto, stabilendo le procedure di risoluzione dei problemi e definendo le conseguenze per le non conformità.
  9. Si interfaccia con i progettisti e i pianificatori di fornitori esterni e opera all’interno del gruppo che si occupa dell’approvvigionamento di apparati, software, servizi di consulenza e altri servizi per i sistemi informativi.
  10. Si assume la responsabilità di pianificare l’installazione e l’aggiornamento delle piattaforme e del software applicativo e hardware correlati operando insieme ai relativi responsabili IT (responsabile del centro dati, responsabile delle reti, responsabile di progetto di sistemi informativi e così via).
  11. Diagnostica e risolve problemi (ad esempio scarse prestazioni) e guasti (ad esempio guasti di sistema) che si verificano nell’esercizio, verificando che si tenga conto dei livelli di servizio concordati e delle necessità di qualità, sicurezza informatica, disponibilità e tutela della salute.
  12. Risponde a richieste da parte di utenti, specialisti o altri e affronta in modo efficace un ampio insieme di problemi di complessità moderata, assicurandosi che la documentazione dei sistemi e dei software supportati sia disponibile e in formato adeguato.
  13. Mantiene registrazioni per assicurare che i problemi vengano gestiti in conformità con gli standard e le procedure concordati.
  14. Valuta, come richiesto, i miglioramenti di progetto, i cambiamenti di capacità, le disposizioni di emergenza e ripristino ed è consapevole dei requisiti operativi, soprattutto in termini di livelli di servizio, disponibilità di rete, tempi di risposta, sicurezza e tempi di ripristino.
  15. Rivede i costi rispetto a fornitori esterni, a nuovi sviluppi, a nuovi servizi e promuove proposte di modifica della rete la dove si possano ottenere benefici insieme ad adeguate riduzioni di costi.
  16. Ottiene e valuta offerte da parte di fornitori di apparati, software e altri servizi di rete.
  17. Conosce le tecniche di analisi di sistemi e di ingegneria del software.
  18. Comprende le tecniche di analisi dei processi.
  19. Si tiene al corrente dei principali progressi nelle tecnologie e architetture per i sistemi informativi, quali la SOA (Service Oriented Architecture), i servizi web e simili.
  20. Conosce le principali piattaforme applicative per i sistemi aziendali, la gestione della relazione con il cliente (CRM) e altri che sono rilevanti per lo specifico settore economico in cui lavora.
  21. Controlla l’allineamento dei sistemi informativi alle pratiche e alle tecnologie migliori.
  22. È in grado di comprendere il potenziale innovativo delle tecnologie, architetture e piattaforme emergenti e, con il supporto dei rappresentanti degli utenti e/o di consulenti, valutare il loro impatto aziendale e tecnologico sui sistemi informativi dell’azienda.
  23. Utilizza tecniche di pianificazione, preventivazione (budgeting) e controllo.
  24. In particolare, è in grado di definire obiettivi di spesa, controlla iniziative di riduzione dei costi e pianifica e gestisce le spese per le principali aree di attività dei sistemi informativi, più precisamente per nuovi progetti, manutenzione di sistemi esistenti, esercizio di sistemi (conduzione del centro dati).
  25. Si tiene al corrente delle implicazioni della legislazione pertinente o di altri regolamenti esterni che influenzano la sicurezza in ogni ambito dei servizi e delle attività di rete.

Capacità comportamentali.

  1. Il ruolo di Responsabile di Sistemi Informativi richiede iniziativa, flessibilità, capacità di astrazione concettuale ed analisi e un atteggiamento mentale razionale anche in condizioni di stress: un approccio costantemente orientato al risultato in una prospettiva strategica deve essere combinato con una forte attenzione al dettaglio.
  2. Un altro insieme fondamentale di competenze include l’abilità di comunicare e interagire in modo efficace (sia in forma orale che scritta) con i colleghi, gli utenti e i responsabili: questo dovrebbe comprendere un’elevata consapevolezza organizzativa, capacità direttiva nella raccolta di informazioni, così come l’abilità di pianificare, organizzare, prendere decisioni, fornire orientamenti e sollecitazioni.
  3. Inoltre il Responsabile di Sistemi Informativi deve essere in grado di costruire e mantenere buone relazioni con l fornitori dell’ampia varietà di prodotti che vengono tipicamente acquistati – quali servizi di consulenza, software applicativo, hardware, reti e servizi di telecomunicazioni – in quanto i fornitori possono essere partner anche per l’innovazione.
  4. Infine è in grado di valutare, confrontare e selezionare, in relazione alle necessità aziendali, tecnologie e prodotti diversi.

Ecco fatto! Cosi poco, penserai? Bene. Sappi che non è tutto.

Ma adesso ti auguro buon cielo sereno e alla prossima.

 

Marco La Diega.

Facebook

0 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *